La scuola elementare prosegue l’opera educativa della scuola dell’infanzia ed avvia in modo più intenzionale il processo di alfabetizzazione culturale degli alunni. I docenti del Circolo di Cassola, consapevoli del ruolo specifico della scuola, che si caratterizza come un’istituzione con finalità precise, legate allo sviluppo delle potenzialità e delle conoscenze di ciascun bambino e tenendo presente i bisogni emergenti dal contesto ambientale in cui sono inserite le scuole, cercano di costruire un “ambiente” didattico che possa garantire il successo formativo di tutti gli alunni. Tale “ambiente” è dato dall’organizzazione degli spazi, dei tempi, degli strumenti, dalle competenze degli insegnanti, dalle risorse strutturali ed economiche della scuola. Punto di partenza sarà, dunque, quello di favorire come strategia un approccio cooperativo che meglio si presta, secondo gli studi più recenti, ad apprendere secondo un modello sistemico che si muove sui principi di interdipendenza, interattività e collaborazione. Tale approccio, infatti, consente di organizzare la classe per piccoli gruppi eterogenei od omogenei, considerando sia il numero degli alunni, sia le capacità che ognuno possiede. Questa modalità organizzativa offre ad ogni allievo la possibilità di:

    confrontare le proprie idee con quelle degli altri;
    riflettere sul proprio modo di pensare e di apprendere;
    scoprire i propri modi di relazionarsi con gli altri e con l’ambiente;
    rendersi consapevoli delle strategie che si adottano nei vari contesti.

In questo modo si favorisce il raggiungimento degli obbiettivi del sapere, del saper fare e del saper essere nel rispetto della personalità e del valore di ciascuno.



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.